Ciprinidi

--Ciprinidi
Ciprinidi 2017-11-24T19:36:22+00:00

Danio albolineatus

Nome comune: danio madreperla
Famiglia: Cyprinidae
Dimensioni: 6 cm

Danio_albolineatus

È un pesce molto attivo e richiede una vasca abbastanza lunga per permettergli di nuotare agevolmente, in cui le piante siano poste contro le pareti laterali e di fondo, lasciando libera la zona centrale. Essendo di indole pacifica può convivere con altre specie tranquille e di piccola taglia, come altri dani o piccoli barbi. Sono pesci facili da allevare, a patto di effettuare frequenti cambi dell’acqua. In condizioni di scarsa qualità dell’acqua i fini barbigli tendono a deteriorarsi rapidamente. I due sessi hanno una colorazione simile; il maschio si differenzia per l’aspetto più slanciato.
La femmina deposita le uova su piante a foglia fine; i genitori possono divorare le uova e vanno quindi separati dopo la deposizione. La schiusa avviene dopo 48 ore; gli avannotti vanno nutriti con piccole esche vive di piccolissime dimensioni.

Condizioni di allevamento
Acqua: da leggermente acida a neutra.
Temperatura: 20-25°C.
Cibo: invertebrati acquatici di piccole dimensioni, quali larve di zanzara, dafnie, chironomidi, vivi o congelati. Mangime in fiocchi. Vegetali.
Numero minimo per acquario: 4.
Dimensioni minime della vasca: 60 cm.
Livello di nuoto: centrale e superficiale.

Danio rerio

Nome comune: danio zebra o pesce zebra
Famiglia: Cyprinidae
Dimensioni: 6 cm

Danio_rerio1

Oltre al tipo classico, di un blu intenso con strisce dorate longitudinali, ci sono anche esemplari albini, e una varietà con pinne a velo. Sono in vendita anche esemplari colorati artificialmente (gialli, arancio e rossi), che si deve evitare di acquistare.
È un pesce attivo che nuota costantemente; può convivere pacificamente con altre specie. Negli adulti i sessi si distinguono per la colorazione più intensa e l’aspetto più slanciato del maschio. I giovani sono invece identici. Per essere certi di avere una coppia si devono acquistare almeno 4 soggetti, meglio 6. Hanno bisogno di un ampio spazio per nuotare e di piante che forniscano un rifugio.
Se l’alimentazione è varia e comprende prede vive, la riproduzione è relativamente facile. Il danio zebra raggiunge la maturità sessuale a 3-4 mesi di età. La femmina è in grado di produrre fino a 500 uova, che depone sulle foglie. La schiusa avviene in 48 ore; gli avannotti si alimentano con prede vive e mangimi.

Condizioni di allevamento
Acqua: da leggermente acida a neutra.
Temperatura: 20-25°C.
Cibo: invertebrati acquatici di piccole dimensioni, quali larve di zanzara, dafnie, chironomidi, vivi o congelati. Mangime in fiocchi. Vegetali.
Numero minimo per acquario: 4.
Dimensioni minime della vasca: 60 cm.
Livello di nuoto: centrale e superficiale.

Devario aequipinnatus

Nome comune: danio gigante
Famiglia: Cyprinidae
Dimensioni: 10 cm

Daverio_aequipinnatus_002

È un pesce sempre attivo, in costante movimento. Può condividere l’acquario con altre specie di pesci, purchè tranquille e assolutamente non aggressive; si spaventa facilmente andando a sbattere o cercando di saltare. Per lasciargli sufficiente spazio le piante vanno collocate contro le pareti laterali e il fondo dell’acquario; devono essere presenti alcune piante a foglie larghe per consentirgli di nascondersi. La vasca deve essere dotata di un coperchio per evitare che salti al di fuori. È importante fornire un’alimentazione variata.
I maschi adulti differiscono dalle femmine per l’aspetto più slanciato. La femmina depone sulle foglie 8-10 uova a intervalli, fino a produrne anche 300. Terminata la deposizione e la fecondazione i genitori vanno messi in una vasca separata. La schiusa avviene in circa 36 ore. Gli avannotti vanno alimentati con piccole esche vive.

Condizioni di allevamento
Acqua: da leggermente acida a neutra, da tenera a leggermente dura.
Temperatura: 22-24°C.
Cibo: invertebrati acquatici di piccole dimensioni, quali larve di zanzara, dafnie, chironomidi, vivi o congelati. Mangime in fiocchi. Vegetali.
Numero minimo per acquario: 4
Dimensioni minime della vasca: 75 cm.
Livello di nuoto: centrale e superficiale.

Epalzeorhynchos kalopterus

Nome comune: volpe volante
Famiglia: Cyprinidae
Dimensioni: 15 cm

Epalzeorhynchos kalopterus

È un pesce che va introdotto in un acquario già avviato. È utile in quanto si nutre di alghe, mantenendo pulita la vasca, anche se non accetta le alghe filamentose. Si nutre anche di planarie (vermi piatti) permettendo di eliminarle senza ricorrere a trattamenti chimici. Va comunque nutrito offrendogli mangimi. Per mantenere la colorazione è necessaria una dieta variata.
È un pesce territoriale e tende a scontrarsi con i suoi simili, cosa che può causare la morte del soggetto più debole. Una vasca di 60 cm può ospitare un solo soggetto, ma in vasche più grandi se ne possono tenere di più. Se non deve competere con i cospecifici è un pesce abbastanza tranquillo, che ama riposare su foglie e rocce appoggiato alle pinne pettorali.
Per restare in salute richiede un acquario ben gestito, con cambi dell’acqua regolari e un efficace sistema di filtrazione. La distinzione dei sessi è difficile. Non sono segnalate riproduzioni in cattività.

Condizioni di allevamento
Acqua: da neutra a leggermente acida, da tenera a leggermente dura.
Temperatura: 24-26°C.
Cibo: piccoli invertebrati acquatici come dafnie, larve di zanzara e chironomidi, vivi o congelati. Mangime in fiocchi. Vegetali.
Numero massimo per acquario: 1 per vasche di 60 cm. Di più in vasche più grandi
Dimensioni minime della vasca: 60 cm.
Livello di nuoto: centrale e inferiore.

Puntius conchonius

Nome comune: Barbo rosa o barbo rosato
Famiglia: Cyprinidae
Dimensioni: 9 cm

Puntius_conchonius3

È un piccolo pesce molto robusto, adatto ai principianti; si adatta a molte condizioni ambientali e accetta diversi tipi di alimenti. Questi barbi sono pesci pacifici che possono convivere con altre specie di dimensioni simili. Sono pesci attivi che richiedono uno spazio adeguato per muoversi. È importante curare la qualità dell’acqua e provvedere a cambi regolari.
I giovani hanno una colorazione argentata-dorata. I maschi maturi acquisiscono una sfumatura rossa e le femmine diventano dorate. Per avere la certezza di avere soggetti di entrambi i sessi si devono acquistare adulti, oppure si devono comprare 5-6 giovani. Esiste una varietà dalle pinne a velo, che richiede acqua più calda.
Le uova vengono in genere abbandonate sul fondo, a volte deposte su piante a foglia sottile. Dopo la fecondazione le uova vanno rimosse, in caso contrario vengono mangiate dai genitori o da altri pesci della vasca. Le uova si schiudono in 30 ore; i neonati vanno alimentati con cibo di dimensioni minute.

Condizioni di allevamento
Acqua: leggermente acida, leggermente tenera.
Temperatura: 18-23°C.
Cibo: invertebrati acquatici, vivi o congelati, di piccola taglia (dafnie, larve di zanzara, chironomidi), cibo in fiocchi, mangime, alghe, vegetali.
Numero minimo per acquario: 2.
Dimensioni minime della vasca: 80 cm.
Livello di nuoto: inferiore, centrale e superficiale.

Puntius gelius

Nome comune: Barbo dorato nano
Famiglia: Cyprinidae
Dimensioni: 4 cm

puntius_gelius1

È preferibile aggiungere questi pesci in un acquario maturo, in funzione da 4-6 mesi. È consigliabile tenerli in gruppi numerosi, perché sono pesci molto timidi, in caso contrario tendono a restare nascosti tra la vegetazione. Hanno bisogno di un ambiente spazioso e di molti nascondigli. Possono convivere con altre specie e si alimentano senza difficoltà, purché l’alimento sia di piccole dimensioni ed entri facilmente in bocca. Un’alimentazione corretta ne accentua la clorazione.
La distinzione dei sessi non è facile. Nei soggetti in buone condizioni si può osservare che il maschio è più longilineo e che presenta lungo i lati una striscia color rame. Le uova vengono deposte sulla faccia inferiore delle foglie. Dopo la fecondazione le uova vanno rimosse, in caso contrario vengono mangiate dai genitori o da altri pesci della vasca. Le uova schiudono in 24 ore e i piccoli vanno nutriti con alimenti di dimensioni minute. Una femmina può deporre fino a 100 uova.

Condizioni di allevamento
Acqua: leggermente acida, tenera.
Temperatura: 18-23°C.
Cibo: invertebrati acquatici, vivi o congelati, di piccola taglia (dafnie, larve di zanzara, chironomidi), cibo in fiocchi, alghe, vegetali.
Numero minimo per acquario: 6.
Dimensioni minime della vasca: 45 cm.
Livello di nuoto: centrale.

Puntius nigrofasciatus

Nome comune: barbo nigro, rubino nigro o testa porpora
Famiglia: Cyprinidae
Dimensioni: 6 cm

Puntius_nigrofasciatus

Come si può intuire dai nomi comuni, la colorazione di questo pesce può variare. Il maschio ha una colorazione più vivace; i colori sono più vividi quando è pronto ad accoppiarsi, quindi è consigliabile tenere insieme soggetti dei due sessi. Possono convivere pacificamente con altre specie di dimensioni analoghe, se hanno le stesse esigenze ambientali. Necessita di un’ampia vasca per nuotare liberamente e alcune piante a foglia larga che forniscano rifugio; se riceve vegetali di cui nutrirsi causa scarsi danni alle piante. Le uova vengono liberate in acqua; vanno prontamente rimosse per evitare che vengano mangiate; si schiudono in circa 24 ore. I piccoli vanno alimentati con cibo vivo di piccolissime dimensioni.
Durante l’inverno la temperatura dell’acqua andrebbe leggermente abbassata a 20-22°C. In estate l’acqua va tenuta a 26°C. Tollerano bene anche una temperatura costante, ma in questo caso non si riproducono.

Condizioni di allevamento
Acqua: da leggermente acida a neutra, tenera o leggermente dura.
Temperatura: 20-26°C.
Cibo: invertebrati acquatici di piccole dimensioni, quali larve di zanzara, dafnie, chironomidi, vivi o congelati. Accettano anche piselli e insalata.
Numero minimo per acquario: 4.
Dimensioni minime della vasca: 60 cm.
Livello di nuoto: centrale.

Puntius oligolepis

Nome comunre: barbo scacchiera
Famiglia: Cyprinidae
Dimensioni: 9 cm

puntius_oligolepis1

Sono pesci che per la facilità di allevamento sono particolarmente adatti ai principianti. Il numero minimo da tenere nella vasca è di sei soggetti, di entrambi i sessi. Talvolta i maschi ingaggiano tra loro delle dispute per il territorio e per attirare le femmine, ma raramente si feriscono. Con pesci di specie diversa invece non vi sono contese.
Questi barbi richiedono spazio per nuotare liberamente perciò le piante vanno sistemate contro le pareti laterali e il fondo della vasca, per lasciare libera la parte centrale. Accettano ogni tipo di cibo, pertanto si deve curare di fornire una dieta variata. Se ben alimentati raggiungono la maturità sessuale in sei mesi. I maschi adulti presentano una colorazione più intensa e bordi scuri ai margini delle pinne. La somministrazione di vegetali esalta la colorazione iridescente del corpo.

Condizioni di allevamento
Acqua: leggermente acida, leggermente tenera
Temperatura: 18-23°C.
Cibo: invertebrati acquatici di piccole dimensioni, quali larve di zanzara, dafnie, chironomidi, vivi o congelati. Mangime in fiocchi. Vegetali quali alghe, piselli e insalata.
Numero minimo per acquario: 6.
Dimensioni minime della vasca: 60 cm.
Livello di nuoto: centrale e inferiore.

Puntius pentazona

Nome comune: barbo a cinque fasce
Famiglia: Cyprinidae
Dimensioni: 5 cm

Puntius_pentazona

Se provengo da allevamento e non cattura, possono essere ben acclimatati ed essere quindi adatti anche ai principianti. Sono pesci timidi che richiedono la presenza di piante sufficienti a fornire abbondanti rifugi. Vanno tenuti in gruppo e possono anche convivere con altre specie.
La riproduzione è difficile. Maschi e femmine sono difficili da distinguere. Quando sono maturi i maschi sono più slanciati e con una colorazione più vivace delle femmine. La riproduzione è stimolata dall’aumento di temperatura dell’acqua. La fecondazione è esterna e le uova vengono deposte sul fondo.

Condizioni di allevamento
Acqua: da leggermente acida a neutra, da tenera a leggermente dura.
Temperatura: 22-26°C
Cibo: invertebrati acquatici di piccole dimensioni, quali larve di zanzara, dafnie, chironomidi, vivi o congelati. Mangime in fiocchi. Vegetali quali alghe, piselli e insalata.
Numero minimo per acquario: 4.
Dimensioni minime della vasca: 60 cm.
Livello di nuoto: centrale.

Puntius tetrazona

Nome comune: tetrazona o barbo tigre
Famiglia: Cyprinidae
Dimensioni: 7 cm

Puntius_tetrazona

È disponibili in diversi colori, come rosso e verde e albino. I maschi maturi sono più slanciati e con colori più intensi.
È un pesce piuttosto aggressivo e può danneggiare le pinne degli altri soggetti. Per minimizzare i danni va tenuto in un gruppo di almeno 8 pesci in un ampio acquario. In questo il gruppo modo resta occupato a stabilire e mantenere l’ordine gerarchico, minimizzando le aggressioni verso altre specie.
Se messo in gruppi misti, si deve evitare di scegliere pesci dai movimenti lenti o dalle lunghe pinne (es. guppi e pesci angelo).
Le uova vengono deposte nell’acqua e quindi fecondate dal maschio; schiudono in circa 5 giorni. Gli avannotti vanno nutriti con chironomidi.

Condizioni di allevamento
Acqua: da leggermente acida a neutra, da tenera a leggermente dura.
Temperatura: 20-26°C.
Cibo: invertebrati acquatici di piccole dimensioni, quali larve di zanzara, dafnie, chironomidi, vivi o congelati. Mangime in fiocchi. Vegetali quali alghe, piselli e insalata.
Numero minimo per acquario: 8.
Dimensioni minime della vasca: 60 cm.
Livello di nuoto: centrale.

Puntius ticto

Nome comune: barbo ticto
Famiglia: Cyprinidae
Dimensioni: 7,5 cm

puntius_ticto

È un pesce di gruppo, molto attivo e che si adatta bene a convivere con altre specie. Preferisce una vasca ricca di piante e con acqua calma. La piena colorazione viene esibita solo al raggiungimento della maturità sessuale. La differenziazione dei sessi è evidente solo durante la stagione riproduttiva; il maschio presenta delle macchie sulle pinne dorsali, è più affusolato e una banda rossa al lato del corpo. I colori vengono esaltati con una dieta variata.
La riproduzione avviene quando l’acqua è più calda. Un maschio si accoppia con più femmine; le uova (fino a 150) vengono deposte sulle piante a gruppi di 20 e si schiudono in 24-36 ore. Dopo la deposizione è necessario separare gli adulti per evitare che divorino le uova.

Condizioni di allevamento
Acqua: da neutra a leggermente acida, tenera o leggermente dura.
Temperatura: 18-23°C.
Cibo: invertebrati acquatici di piccole dimensioni, quali larve di zanzara, dafnie, chironomidi, vivi o congelati. Mangime in fiocchi. Vegetali.
Numero minimo per acquario: 4.
Dimensioni minime della vasca: 60 cm.
Livello di nuoto: inferiore, centrale e superficiale.

Puntius titteya

Nome comune: barbo ciliegia
Famiglia: Cyprinidae
Dimensioni: 5 cm

Puntius_titteya

È un pesce ampiamente riprodotto in cattività e che si adatta bene alla vita in acquario; se ben nutrito cresce in fretta. È un pesce pacifico, che tende a nuotare in gruppo ma a restare isolato tra le piante.
Questo barbo presenta uno spiccato dimorfismo sessuale. Il maschio è rosso ciliegia, la femmina marrone chiaro con una striscia marrone più scura lungo tutto il corpo. Le uova, fino a 300, vengono deposte sulle foglie a 2-3 per volta. Vanno separate dai genitori per evitare che vengano divorate. Schiudono in 24 ore circa. I piccoli possono essere alimentati con cibo vivo di dimensioni minuscole.

Condizioni di allevamento
Acqua: da leggermente acida a neutra, da tenera a leggermente dura.
Temperatura: 23-26°C.
Cibo: invertebrati acquatici di piccole dimensioni, quali larve di zanzara, dafnie, chironomidi, vivi o congelati. Mangime in fiocchi. Vegetali.
Numero minimo per acquario: 4.
Dimensioni minime della vasca: 45 cm.
Livello di nuoto: inferiore, centrale e superficiale.

Rasbora borapetensis

Nome comune: rasbora dalla coda rosa
Famiglia: Cyprinidae
Dimensioni: 5 cm

Rasbora_borapetensis

Questo pesce ama stare in piccoli gruppi e può convivere con altre specie di piccola taglia. Le piante vanno collocate ai lati e sul fondo, in modo da lasciare sufficiente spazio per nuotare; preferisce acque a flusso lento. I sessi sono difficili da distinguere da giovani; nei soggetti maturi si osserva che i maschi hanno un corpo più affusolato delle femmine. Le uova vengono disperse in acqua.

Condizioni di allevamento
Acqua: leggermente acida o neutra.
Temperatura: 22-26°C.
Cibo: invertebrati acquatici di piccole dimensioni, quali larve di zanzara, dafnie, chironomidi, vivi o congelati. Mangime in fiocchi.
Numero minimo per acquario: 4.
Dimensioni minime della vasca: 45 cm.
Livello di nuoto: centrale e superficiale.

Rasbora pauciperforata

Nome comune: rasbora linea rossa
Famiglia: Cyprinidae
Dimensioni: 7 cm

rasbora_pauciperforata

I giovani hanno colori poco appariscenti ma gli adulti, se ben alimentati con un’ampia varietà di cibo, sviluppano una vivace linea rossa che corre lungo il corpo. Alcuni soggetti sviluppano pinne di colore giallo traslucido.
Questa rasbora è un pesce tranquillo, che si trova bene in un gruppo di almeno quattro soggetti e che può convivere pacificamente con altri pesci di taglia simile. Richiede regolari cambi dell’acqua altrimenti deperisce rapidamente.
I maschi si riconoscono per l’aspetto più affusolato. La riproduzione in cattività non è facile perché sono pesci piuttosto selettivi nella scelta del partner. Le uova vengono deposte tra foglie sottili. Le uova schiudono in 24 ore; gli avannotti richiedono alimenti di dimensioni molto ridotte.

Condizioni di allevamento
Acqua: neutra o leggermente acida, da tenera a leggermente dura.
Temperatura: 23-25°C.
Cibo: invertebrati acquatici di piccole dimensioni, quali larve di zanzara, dafnie, chironomidi, vivi o congelati. Mangime in fiocchi. Vegetali quali lattuga e alghe.
Numero minimo per acquario: 4
Dimensioni minime della vasca: 60 cm.
Livello di nuoto: centrale e superficiale.

Rasbora trilineata

Nome comune: rasbora dalla coda a forbice
Famiglia: Cyprinidae
Dimensioni: 15 cm

rasbora-trilineata1

È una rasbora di grande taglia e necessita di un ampio acquario, sviluppato in lunghezza, dove possa nuotare liberamente. Le piante vanno collocate sul fondo e ai lati; la vegetazione è necessaria per fornire nascondigli. È un pesce timido e se spaventato tende a saltare fuori dall’acqua quindi è necessario che la vasca sia sempre tenuta chiusa da un coperchio. È preferibile sia presente una leggera corrente contro cui possa nuotare.
Questi pesci si alimentano senza difficoltà; per mantenerli in salute si deve offrire una dieta variata. Non vanno tenuti insieme ad altri pesci di grande taglia che possano disturbarli. Possono ammalarsi se le condizioni dell’acqua non sono adeguate, in caso di variazioni brusche di temperatura o se stressati da altre specie di pesci.
I maschi si distinguono per la colorazione più vivace e le dimensioni leggermente inferiori. Le uova fecondate vengono disperse in acqua.

Condizioni di allevamento
Acqua: da neutra a leggermente acida, da tenera a leggermente dura.
Temperatura: 23-25°C.
Cibo: invertebrati acquatici di piccole dimensioni, quali larve di zanzara, dafnie, chironomidi, vivi o congelati. Mangime in fiocchi.
Numero minimo per acquario: 4
Dimensioni minime della vasca: 60 cm.
Livello di nuoto: centrale e superficiale.

Tanichthys albonubes

Nome comune: pesce delle Montagne della Nuvola Bianca
Famiglia: Cyprinidae
Dimensioni: 4 cm

Tanichthys albonubes1

È un pesce particolarmente adatto a vasche di piccole dimensioni. Ama stare in gruppo e necessita di un’abbondante vegetazione per nascondersi. Esiste una varietà con pinne lunghe, che richiede una temperatura leggermente più elevata e che è più delicata. La dieta deve essere variata.
I maschi si differenziano per la colorazione più vivida e il profilo più affusolato. Le uova vengono deposte su piante dalle foglie sottili e schiudono in 36 ore. Gli avannotti richiedono esche vive di piccole dimensioni.

Condizioni di allevamento
Acqua: neutra, tenera o leggermente dura
Temperatura: 18-23°C.
Cibo: invertebrati acquatici di piccole dimensioni, quali larve di zanzara, dafnie, chironomidi, vivi o congelati. Mangime in fiocchi.
Numero minimo per acquario: 6.
Dimensioni minime della vasca: 45 cm.
Livello di nuoto: centrale e superficiale.

Trigonostigma heteromorpha

Nome comune: rasbora arlecchino
Famiglia: Cyprinidae
Dimensioni: 4,5 cm

Trigonostigma_heteromorpha

Questi piccoli pesci hanno bisogno sia di una zona con piante poco illuminata, per nascondersi, che una zona libera per nuotare. Amano stare in gruppo e possono convivere con altri tipi di pesci. Prima di essere introdotti nell’acquario, questo deve essere avviato da 6-9 mesi, in caso contrario sono destinati a morire. È essenziale effettuare regolari cambi dell’acqua per mantenerli in salute, così come una dieta variata.
La riproduzione è particolare, perché si capovolgono per deporre le uova sulla superficie inferiore delle foglie.

Condizioni di allevamento
Acqua: leggermente acida o neutra, tenera o leggermente dura.
Temperatura: 22-25°C.
Cibo: invertebrati acquatici di piccole dimensioni, quali larve di zanzara, dafnie, chironomidi, vivi o congelati. Mangime in fiocchi.
Numero minimo per acquario: 8.
Dimensioni minime della vasca: 45 cm.
Livello di nuoto: centrale e superficiale.