Come scegliere il furetto

--Come scegliere il furetto
Come scegliere il furetto 2017-11-24T19:36:23+00:00

furettoLa scelta del furetto deve basarsi, più che su considerazioni di carattere estetico, su quelle di carattere sanitario (occorre scegliere un soggetto sano) e comportamentale (deve essere docile e non eccessivamente timoroso). Non affrettatevi a prendere il primo soggetto che vi viene proposto, ma prendetevi tutto il tempo per valutare e scegliere.
Il furetto deve essere vivace, giocherellone, curioso; deve accettare di farsi prendere in mano senza mordere e non deve mostrarsi eccessivamente timido. Posto fuori della gabbia deve mostrarsi incuriosito e desideroso di esplorare l’ambiente.
Il pelo deve essere lucido, non devono essere presenti croste o aree prive di pelo; gli occhi devono essere limpidi e attenti. Intorno agli occhi e al naso non ci devono essere croste o muco. Facendo attenzione ai morsi, si può osservare l’interno della bocca dopo aver scostato le labbra: i denti devono essere bianchi e regolari, non devono essere storti, rotti o macchiati, e le gengive devono essere rosa. Passando le mani sul corpo non si devono avvertire noduli o tumefazioni, o un’eccessiva sensazione di magrezza. L’ano non deve essere sporco di feci.
Le feci devono essere formate, senza traccia di sangue o muco. Se in una gabbia contenente più furetti sono presenti feci diarroiche, poco importa se non potete individuare i furetti colpiti: evitate tutto il gruppo.

L’età

Un furetto preso molto giovane si affeziona facilmente al proprietario, ma anche un adulto può legare senza molti problemi. Il furetto adulto può essere valutato con maggiore sicurezza per quanto riguarda il carattere (vivacità, timidezza, tendenza a mordere, ecc…). Dopo l’anno di età i furetti sono meno irruenti, meno inclini a cacciarsi in situazioni pericolose (come l’ingestione di corpi estranei) e più affettuosi; man mano avanzano con gli anni, tendono a diventare più tranquilli. Un furetto che ha già 3-4 anni ha presumibilmente un’aspettativa di vita di pochi anni, ma se si accetta questo fatto può essere ugualmente un’eccellente scelta come animale da compagnia. Più il furetto è avanti con gli anni, maggiori sono le possibilità che compaiano problemi di salute tipici della vecchiaia, come tumori e patologie endocrine.

Il colore

Le considerazioni più importanti che devono suggerire la scelta del soggetto riguardano la salute ed il carattere; la scelta del colore o del tipo di mantello è strettamente una questione di gusti personali. I furetti panda (con la testa bianca) e blaze (con una striscia bianca sulla testa) possono essere portatori di un gene che causa sordità.

Il sesso

Considerando che il furetto va sempre sterilizzato (chirurgicamente o chimicamente), scegliere un maschio o una femmina non fa molta differenza (l’unica considerazione è che l’intervento di sterilizzazione chirurgica ha costi maggiori per la femmina). Non vi sono differenze di carattere tra maschi e femmine; la personalità è più che altro una questione individuale.

Il numero di animali

Il furetto soffre la solitudine; se non si può passare tutti i giorni qualche ora con lui, per farlo giocare e coccolarlo, è preferibile prendere due furetti da tenere insieme. Più furetti si possiedono, maggiore sarà il divertimento per tutti, proprietari e furetti, ma tenete conto che saranno anche maggiori le spese da affrontare, ordinarie (visite di controllo, vaccinazioni, sterilizzazione) ma anche impreviste (malattie e incidenti vari).

furetto 2