Pericoli all’interno e all’esterno per i conigli di casa

--Pericoli all’interno e all’esterno per i conigli di casa
Pericoli all’interno e all’esterno per i conigli di casa 2018-02-04T14:45:27+00:00

di Holly O’Meara

Un “coniglio di casa” che può stare in libertà in casa e in giardino, gode di uno stile di vita socievole, stimolante e confortevole. Tuttavia, la sicurezza di tale stile di vita dipende dal controllo dell’ambiente del coniglio, per eliminare o ridurre i pericoli che vi trovano.

 

Pericoli all’aperto

Il pericolo più immediato per un coniglio all’aperto è l’attacco dei predatori. Anche se la House Rabbit Society non tiene statistiche sugli attacchi dei predatori, offriamo un avvertimento basato sulle storie che ci vengono riferite dai custodi di conigli in città e in campagna in tutto il paese. Una conigliera in cortile non protegge un coniglio dai predatori. Gli incidenti includono attacchi di cani, gatti selvatici e più raramente, gufi, falchi, e donnole. Dei predatori determinati possono piegare o spezzare il filo; quelli agili possono aprire le porte della gabbia. La semplice presenza di predatori può innescare una reazione estrema in un coniglio; un attacco di panico durante il quale il coniglio corre selvaggiamente avanti e indietro e sbatte contro le pareti. Un coniglio in questo stato può spezzarsi la schiena o morire per un attacco di cuore. Se sopravvive può rimanere disabile in modo permanente o sviluppare un’infezione da ferite causate da morsi o artigli.

Poiché la maggior parte dei predatori caccia di notte, la HRS consiglia di portare il coniglio da compagnia all’interno ogni sera. Un recinto robusto e coperto all’interno del cortile è solitamente sufficiente a scoraggiare gli attacchi diurni, specialmente se nelle vicinanze si trovano esseri umani.

Un coniglio, anche uno che è sterilizzato, se gli è concessa la libertà di un cortile, dimostrerà l’istinto del coniglio selvatico per scavare le tane. Dopo un certo periodo di tempo queste tane possono diventare abbastanza elaborate da impedire che il coniglio venga catturato dal suo custode. Questo è un problema se il coniglio è spaventato, ferito, malato, incinta o comunque bisognoso di aiuto umano. Inoltre, la terra del cortile può contenere batteri nocivi.

Pertanto, raccomandiamo che il coniglio soddisfi la sua voglia di scavare in un recinto o uno scatolone pieni di paglia pulita e rinnovata periodicamente. Può essere scoraggiato a scavare la terra aggiungendo un fondo di rete metallica al recinto o riempiendo le tane non appena vengono iniziate.

Dopo aver rimosso la tana “naturale” – ma pericolosa – del coniglio, si deve fornire protezione da condizioni climatiche estreme. Un coniglio il cui stile di vita flessibile gli consenta di unirsi alla sua famiglia al chiuso può condividere il loro ambiente confortevole. Un coniglio che deve sopportare temporaneamente il calore può essere raffreddato appendendo gli asciugamani bagnati sui lati del recinto, o posizionando all’interno dei contenitori del latte pieni di ghiaccio.

Molte persone credono che un coniglio che gira per il cortile istintivamente eviti le piante velenose. Dopo aver visto un coniglio sgranocchiare una foglia di oleandro, posso confermare che non è così! Consigliamo di creare un elenco di tutte le piante che crescono nel cortile e di controllare l’elenco delle piante velenose. Fino a quando tutte le piante velenose non vengono rimosse dal cortile, il coniglio deve essere confinato in casa o in un recinto all’interno del cortile.

L’esterno presenta un altro rischio, specialmente per i conigli fisicamente compromessi. Qualsiasi coniglio incapace di pulire completamente la sua pelliccia dai urina o feci è vulnerabile all’infestazione da larve di mosca, condizione pericolosa per la vita. La prevenzione prevede una o due volte al giorno l’esame dei conigli a rischio e la pulizia e l’asciugatura regolari della pelliccia bagnata o sporca.

Altri insetti minacciano i conigli all’aperto. Le pulci, se infestano il cortile, possono causare al coniglio anemia. La mixomatosi e la malattia emorragica virale possono essere trasmesse ai conigli domestici attraverso la puntura di insetti.

Infine, un pericolo insidioso per un coniglio solo all’aperto è la disattenzione del suo custode. Anche se il coniglio viene nutrito e riceve acqua e riparo, l’osservazione e il trattamento poco frequenti possono causare problemi di salute che passano inosservati fino a quando è tardi.

In sintesi, i rischi per un coniglio all’aperto sono ridotti al minimo da una routine che consente al coniglio di entrare in casa quando è necessario (di notte, in condizioni climatiche estreme o in caso di malattia) e grazie alla socializzazione e alla stretta osservazione che accompagnano una tale routine.

 

Pericoli in casa

Più un coniglio che vive casa, educato alla lettiera può interagire con la sua famiglia umana e ad altri animali domestici, più esprimerà la sua personalità e sarà apprezzato per questo. Tuttavia, la House Rabbit Society raccomanda di preparare una gabbia o un recinto per il coniglio prima di portarlo a casa. Va fatto per la protezione del coniglio, mentre il suo guardiano valuta e riduce i rischi presenti in casa.

Lo shock cardiogeno derivante dalla masticazione dei cavi elettrici è il pericolo più immediato per un coniglio in libertà. I conigli hanno l’istinto di mordere rapidamente e casualmente qualsiasi cavo. Soprattutto allettanti sono i cavi che attraversano il percorso del coniglio, o una zona simile a una tana, come ad esempio sotto il divano. “A prova di coniglio” significa racchiudere i cavi elettrici in copricavo di plastica resistente o bloccare cavi e prese con mobili in modo che il coniglio non possa raggiungerle. È il singolo passo più importante nella preparazione di una zona della casa per un coniglio.

Anche se sorvegliare un coniglio non è sufficiente a prevenire un morso veloce ad un cavo elettrico, è utile osservare e, se necessario, limitare le attività di un nuovo coniglio. I conigli di meno di un anno sono temerari, saltano su, sopra, sotto e dentro i mobili. “Quanto può saltare un coniglio?” dipende dalla determinazione e dalla capacità atletica dell’individuo. L’errore di valutazione del coniglio può portare a cadute o intrappolamenti, panico, cadute e ferite.

In generale, i conigli maturi sono meno avventurosi e, dopo un periodo di osservazione, possono stare in libertà senza supervisione in una casa a prova di coniglio.

La tendenza di un coniglio a rodere è spesso più un inconveniente che un pericolo, ma si dovrebbero identificare le piante presenti e rimuovere quelle velenose. I materiali sintetici, in particolare i tappeti, se ingeriti in grandi quantità hanno il potenziale di bloccare il sistema digestivo del coniglio. Ciò può essere evitato fornendo alternative naturali per la masticazione (fieno, legno, cartone, stuoie di paglia non trattata); confinando il coniglio in una zona senza tappeti; e sterilizzare il coniglio per ridurre la voglia di modificare il territorio.

Ironia della sorte, un coniglio così birichino da dover essere tenuto in gabbia per la sua protezione affronta un altro pericolo. Il confinamento può portare a noia, eccesso di cibo, mancanza di esercizio fisico e problemi digestivi. Possibili contromisure includono: una gabbia a due piani che consente di saltare o arrampicarsi; fieno da masticare; un compagno di gabbia; un sacco di giocattoli; e più tempo possibile sotto sorveglianza fuori dalla gabbia.

Un coniglio di casa trova spesso la sua gabbia un rifugio sicuro, tornando lì per mangiare o riposare. Tuttavia, una gabbia di rete metallica può anche essere un rischio se il coniglio si incastra le unghie, le zampe o i denti nelle maglie di rete. Se si colloca una cassettina all’interno della gabbia, la gabbia può avere il pavimento solido. Per coprire un pavimento di rete si può usare un pezzo di cartone. Nel caso di un coniglio nervoso, il cartone può essere usato anche per coprire i lati della gabbia. Per motivi di sicurezza psicologica, è possibile aggiungere una casetta di cartone alla gabbia.

Poiché i conigli da compagnia si comportano in modo audace a volte, potrebbe essere necessario ricordare ai loro custodi che i conigli sono fisicamente fragili. La frattura della colonna vertebrale può verificarsi se il coniglio lotta mentre è sostenuto in modo inadeguato o se viene rilasciato bruscamente. I metodi di contenzione sicura potrebbero non essere intuitivi, ed è necessaria pratica. Il custode adulto deve anche proteggere il coniglio dalla manipolazione da parte di bambini piccoli e da giochi violenti con altri animali domestici. Se un gatto domestico è un compagno, si dovrebbe tagliargli le unghie. Un cane deve essere addestrato e supervisionato prima di poter interagire con il coniglio. Due conigli estranei devono essere introdotti lentamente e con attenzione per evitare lotte.

Un coniglio domestico può divertirsi a camminare con pettorina e guinzaglio. Tuttavia, anche il coniglietto più sicuro può farsi prendere dal panico se improvvisamente consapevole dello spazio aperto, del vincolo dell’imbracatura e dell’approccio di un animale sconosciuto. Quando si passeggia con il coniglio è meglio restare in zone familiari.

Il consiglio sui rischi per i conigli da compagnia può incontrare lo scetticismo dei loro custodi. “Flopsy ha mangiato il cavo della TV e sta bene.” “Harvey insegue i gatti fuori dal cortile.” Non neghiamo che i conigli siano animali resilienti e pieni di risorse. Ma quando la longevità dei nostri compagni è una priorità, non possiamo permetterci di essere troppo compiacenti sulla sicurezza. La nostra risposta è: “Se dai valore al tuo coniglio e vuoi che invecchi, elimina i pericoli nel suo ambiente”.