Gatti e conigli

--Gatti e conigli
Gatti e conigli 2018-02-11T19:15:15+00:00

di Amy Shapiro

Un gatto e un coniglio possono davvero essere amici.

Sì davvero. Quella che sembra una combinazione improbabile, dato il contesto predatore-preda che viene in mente all’inizio, è in realtà una combinazione comune e spesso gratificante. La chiave sta nel rimuovere lo stereotipo dalla tua mente e, cosa più importante, dall’ambiente. Ecco delle idee sull’introduzione di gatti e conigli in modi da minimizzare lo stress per tutti gli interessati.

 

Istinto di base con variazione

Un gatto che vive con un coniglio domestico potrebbe ancora fare agguati e inseguire un coniglio che ha incontrato all’aperto. I segnali ambientali metterebbero in moto l’istinto. Infatti, potrebbe persino inseguire il suo amico coniglio se lo incontrasse all’aperto. Ci sono due lezioni qui. La prima è di assicurarti di creare una situazione in cui è improbabile che Felix si senta predatore. Il secondo è che anche se Daphne ha un amico felino, potrebbe ancora essere terrorizzata da un gatto sconosciuto.

Molte persone riferiscono di un’inversione totale dei ruoli che ci si aspetta tra coniglio di casa e gatto domestico. Daphne prende il comando, molestando Felix, inseguendolo e facendo valere la sua taglia. I conigli tendono ad essere molto più conflittuali nelle situazioni sociali rispetto ai gatti. Credo che questo sia dovuto al fatto che, ad un livello molto di base, i conigli sono animali sociali e i gatti sono solitari. L’istinto di Daphne le dice: “Ecco qualcuno nel mio territorio, abbiamo bisogno di capire che posto occupa nella gerarchia sociale”. Felix, d’altra parte, sta pensando: “Hmm, una grande creatura pelosa che non sta scappando da me, perché cercare guai?” Gli animali fondamentalmente sociali o di branco come conigli, cani e umani sono molto più preoccupati della gerarchia – chi è responsabile, chi è il cane in comando – rispetto agli animali che sono programmati per vivere da soli. L’addomesticamento ha modificato questi istinti nel gatto al punto che la maggior parte dei gatti domestici preferisce vivere con almeno un compagno felino. E naturalmente c’è una grande quantità di variazioni individuali all’interno delle specie, dall’essere umano eremita al gatto gregario. Ci sono anche animali che sembrano preferire la compagnia di specie diverse dalla loro. Molti conigli che non hanno le abilità sociali necessarie per vivere con un altro coniglio stanno molto meglio con un compagno felino.

 

Piccolo coniglietto, grande gatto

Ma cosa succede se il coniglio scappa dal gatto? Ecco dove entra in gioco  la manipolazione ambientale (il compito dell’uomo). Se Daphne corre, allora l’istinto del gatto gli dirà qualcosa di molto diverso rispetto all’atteggiamento rilassato, che evita i confronti, con cui affronta generalmente le situazioni sociali. I gatti giocano solo a un gioco e si chiama caccia. Tutto quel comportamento adorabile con il topo finto e la piuma legata alla cordicella è fondamentalmente Insegui, Cattura e Assesta il Morso Fatale. Probabilmente l’introduzione gatto / coniglio più difficile è tra un coniglio timido e/o piccolo e un gatto adolescente i cui artigli non sono stati tagliati di recente. In questa o in qualsiasi situazione in cui il gatto insegue, la conoscenza iniziale dovrebbe aver luogo in modo sicuro con Daphne nella sua gabbia. Assicurati che la rete sia abbastanza piccola da non permettere a Felix di infilarci attraverso la zampa. Dai inoltre a Daphne un nascondiglio all’interno della gabbia, come una scatola di cartone (questa è una buona pratica generale per tutti i conigli, specialmente quelli timidi, anche nelle case senza gatti). In realtà, qualsiasi gatto che interagisce con un coniglio, indipendentemente da quanto siano amichevoli, dovrebbe avere gli artigli tenuti tagliati. Ritaglia la punta curva e affilata circa una volta al mese. Il tuo veterinario può mostrarti come farlo. Un leggero colpo da un artiglio non tagliato può dare al tuo coniglio un graffio non visibile che potrebbe poi causare un ascesso.

Quando Daphne è nella sua gabbia, i due hanno la possibilità di abituarsi all’odore, ai suoni, ai movimenti  reciproci. Una gabbia abbastanza grande da permettere coniglio di fare qualche salto è l’ideale, visto che Felix sarà in grado di osservare gli esercizi del coniglio e abituarsi.

Questa fase può richiedere giorni, settimane o addirittura mesi, a seconda delle personalità degli animali. Non affrettare le cose. È molto meglio andare troppo lentamente e avere successo piuttosto che spingere e stressare Daphne o dover rimproverare Felix. Rimproverare è il metodo meno efficace di educazione felina. Di solito insegna al gatto (a) ad aspettare che gli umani siano via e poi tormentare il coniglio a piacimento o (b) coniglio = rimprovero, che non è un buon modo per iniziare un’amicizia.

Quando ti senti pronto ad andare avanti, il passo successivo è quello di dare a Daphne e Felix accesso reciproco sotto supervisione. Ciò significa restare con loro in una stanza dove puoi intervenire se necessario, ma non intervenire se non assolutamente necessario. Offri la possibilità di elaborare le cose a modo loro. Se Felix è per lo più rispettoso e curioso, fallo annusare e indagare. Se è turbolento, schizzalo con dell’acqua alcune volte. Cerca di non fargli capire che sei tu a schizzare l’acqua, o lo assocerà a te invece che al comportamento. L’acqua dovrebbe arrivare come una spiacevole sorpresa, o, più tecnicamente, un rimprovero ambientale. Se ti accorgi che stai ricorrendo allo spruzzino troppo spesso significa che stai andando troppo in fretta. Torna alla fase della gabbia. Alla fine, la maggior parte dei conigli e dei gatti si abitua l’un l’altro. È solo una questione di tempo e, in alcuni casi, di supervisione.

 

Coniglio grosso e prepotente

Questo è di gran lunga lo scenario più comune. Gatto e coniglio si incontrano, al chiuso. Il coniglio carica il gatto. Il gatto, sconcertato, arretra. Il gatto potrebbe persino scappare dal coniglio. La maggior parte dei conigli inseguono solo fino a quando sentono di aver chiarito il loro punto. I due non richiedono alcun intervento umano. Una volta che Daphne sente di essersi affermata in modo soddisfacente, lei e Felix possono diventare coinquilini, amici o anime gemelle.

Se stai introducendo un nuovo coniglio a un gatto residente, potresti dover dare al coniglio il tempo di stabilire un senso di territorio in casa prima che accetti Felix. Generalmente è una buona idea confinare un nuovo animale, che sia gatto o coniglio, in una piccola area in un primo momento, una gabbia o una stanza singola. Il cambiamento è stressante per i conigli così come lo è per gli umani. L’arrivo in una nuova casa è uno stress più che sufficiente per un coniglio. Non metterlo nella posizione di doversi abituare a nuovi territori, nuovi umani e nuovi gatti tutto in una volta. Attendi finché non è sicura e a suo agio.

 

Usa il sesto senso

Nella nostra casa adottiva salviamo sia gatti che conigli. Nel corso degli anni abbiamo avuto l’opportunità di osservare molte introduzioni gatti / conigli. Di gran lunga l’elemento più importante che può contribuire a questo processo è la tua intuizione. Arriva a conoscere il tuo gatto e il tuo coniglio. Ascolta quello che ti dicono del loro livello di stress, quando sono pronti per i cambiamenti, se si sentono soli e così via. Lascia che stabiliscano i tempi. Queste sono le informazioni che ti permetteranno di modificare le linee guida generali date qui per adattarle alla tua situazione. Creare un luogo dove gatti e conigli possano convivere pacificamente è uno sforzo che dà soddisfazione. Ti fa pensare, se questo predatore può accoccolarsi con questo animale da preda, forse c’è una speranza per un mondo compassionevole, dopotutto. È comunque un inizio.