Conigli a Pasqua – Una storia triste

--Conigli a Pasqua – Una storia triste
Conigli a Pasqua – Una storia triste 2018-02-01T23:53:49+00:00

di Amy Shapiro

conigli pasquaUna bambina sorridente con un vestitino adorabile stringe tra le braccia un tenero coniglietto. Cosa c’è di sbagliato in questa immagine?

Contrariamente ai miti di Pasqua, conigli e bambini piccoli non sono una buona accoppiata. La naturale esuberanza, la vivacità e il livello di decibel perfino del bambino più gentile sono stressanti per il sensibile coniglio. È raro che un bambino apprezzi la natura delicata e sensibile del coniglio.

Un altro equivoco è che i conigli siano passivi e coccoloni. Sono creature che vivono in terra e che si sentono spaventate e insicure quando sono afferrate e trattenute. Ai bambini piace un compagno che possano afferrare, trasportare e coccolare, proprio come fanno con i loro animali di pezza preferiti. È irragionevole aspettarsi che un bambino sia in grado di assumersi la piena responsabilità delle cure di un coniglio, o mantenere un impegno di 10 anni per qualsiasi cosa! Troppo spesso, il bambino perde interesse, e il coniglio finisce trascurato o abbandonato.

Alcune persone pensano che i conigli siano un animale domestico poco impegnativo. In realtà richiedono quasi tanto lavoro quanto un cane. Devono essere addestrati alla cassettina. La casa deve essere messa in sicurezza, o Thumper masticherà fili elettrici, tappeti, libri e mobili. I conigli devono essere sterilizzati, o marcheranno la casa con le feci e l’urina. Devono vivere in casa, come membri della famiglia. I conigli tenuti in conigliere all’esterno hanno una durata media della vita di circa un anno; i conigli domestici possono vivere da 8 a 10 anni. I predatori abbondano, non solo nelle aree rurali, ma anche nelle aree urbane e suburbane. Nelle conigliere all’aperto i conigli si annoiano e sono depressi per l’isolamento. Relegare questi animali sensibili, intelligenti e sociali alla vita in una conigliera significa perdere tutta la gioia di condividere la vita con un coniglio. Se non farà parte della tua routine quotidiana, non avrai l’opportunità di conoscere davvero la sua personalità complessa.

Chiaramente, i conigli non sono per tutti! Sei un adulto gentile che vive in una casa tranquilla? Sei disposto a conoscere i conigli alle loro condizioni – trascorrere del tempo in terra al loro livello, sul pavimento; permettere al coniglio di prendere l’iniziativa di gesti di amicizia e fiducia? Se pensi di essere una di quelle rare persone a cui piacerebbe condividere la vita con un coniglio, per favore visita un rifugio per animali o un gruppo di recupero dei conigli. Poiché i conigli sono diventati pet molto popolari, stanno subendo lo stesso destino degli altri animali da compagnia, l’abbandono. Puoi anche controllare presso gli ambulatori veterinari e gli annunci dei giornali sui pet. È triste che ovunque tu viva, sei in un raggio di pochi chilometri da un coniglio che ha bisogno di una casa. Lo sforzo fatto per trovare quello speciale coniglietto significa che stai salvando una vita.

Quindi se la piccola Susie chiede un coniglietto per Pasqua, fai un favore a un coniglio e comprale un coniglio di peluche che potrà coccolare a suo piacimento. Facciamo in modo che sia Pasqua un momento gioioso per i nostri amici dalle orecchie lunghe.