Alimentazione del coniglio: fatti e miti su premi

--Alimentazione del coniglio: fatti e miti su premi
Alimentazione del coniglio: fatti e miti su premi 2018-02-04T15:13:06+00:00

di Susan M. Smith, Ph.D.

 

Quel grazioso visetto baffuto è così difficile da ignorare, specialmente quando il tuo coniglietto si alza su due zampe e sembra così meritevole di quel bocconcino speciale. E i negozi di animali vendono una selezione di premi per conigli che sono perfetti per il tuo prezioso coniglio. Giusto? SBAGLIATO!!! La maggior parte dei cosiddetti dolcetti per conigli sono l’equivalente di portare il coniglio da McDonald’s, dandogli cibo spazzatura non nutriente che può causare potenziali danni al tuo coniglio. A creare confusione è che molti di questi prodotti usano frasi che portano l’acquirente a credere che il prodotto sia sano: “nutrizionalmente arricchito”, “fa bene all’ambiente”, “abitudini alimentari naturali”, “per la varietà nutrizionale”, ” i migliori ingredienti selezionati. ” L’aggiunta di “istruzioni per la somministrazione” e “analisi garantita” danno un’apparenza di autorevolezza.

Le prelibatezze commerciali per conigli si dividono in diverse categorie: pellet, crocchette di cereali lavorate, muesli (semi essiccati / frutta / miscele di verdure), miscele di cereali e verdure, caramelle / zuccheri. Nessuno ha vantaggi rispetto alla verdura fresca, ai pellet ricchi di fibre e alla dieta illimitata di fieno.

 

I pellet sono stati discussi nel House Rabbit Journal vol. III n. 4. Non aggiungerò altro qui se non per ripetere queste linee guida: scegli un pellet ad alto contenuto di fibre (20-25%) e basso contenuto di proteine ​​(14-15%) e calcio (<1,0%). Limita l’alimentazione del pellet alle linee guida HRS e fornisci molta verdura fresca e fieno illimitato. Non comprare un pellet che contiene miscele di semi, frutta secca  o crocchette di cereali ricche di amido (vedi sotto).

 

Crocchette di cereali lavorate. Vanno dai “cereali croccanti” ai prodotti ideati per sostituire i pellet. Alcuni contengono costosi extra che non danno alcun benefico al coniglio, come estratti di piante o erbe e batteri liofilizzati. Un tipo contiene aroma di formaggio! La supplementazione con enzimi digestivi (proteasi, amilasi) normalmente non è necessaria perché questi alimenti sono altamente digeribili e perché non ci sono prove che i conigli sani producano livelli insufficienti di questi enzimi; in effetti, alcuni dei più importanti processi digestivi sono svolti dai batteri ciecali. Queste crocchette contengono meno fibra e più grassi. Sono anche estremamente costose e vengono fornite con raccomandazioni sulla somministrazione destinate a causare obesità al coniglio sterilizzato. La varietà di colori e forme è più di un fatto estetico per il compratore umano che per il coniglio. Ancora una volta, verdure fresche, pellet ad alto contenuto di fibre e fieno illimitato sono più salutari e più economici.

 

Muesli. Sono miscele composte da semi e cereali. Sono commercializzati come ” arricchiti di vitamine e minerali “, una “deliziosa fonte di energia” o “fortificati”. Sono fatti di carboidrati e semi ricchi di grassi e cereali come avena, miglio, mais, piselli, semi di girasole, patate, arachidi, mais soffiato, cereali, popcorn e frutta secca. Sono spesso tenuti insieme a formare “bastoncini” con miele e altri zuccheri e sono commercializzati con la spiegazione che forniscono l’energia necessaria e riflettono la normale dieta del coniglio.

In realtà, una dieta a base di verdure, fieno e poco pellet fornisce tutte le sostanze nutritive e l’energia di cui il coniglio domestico ha bisogno. I semi sono ricchi di grassi e sono importanti per gli animali che passano l’inverno al freddo. Il tuo coniglio non ne ha bisogno; infatti, il Consiglio Nazionale delle Ricerche raccomanda che i conigli domestici ricevano non più dell’1,5% delle loro calorie come grassi. Le etichette sul retro di questi muesli elencano un contenuto di grassi minimo del 4-5%; il valore reale è probabilmente maggiore. Il metabolismo del coniglio è orientato verso una dieta povera di grassi (in confronto, la dieta umana media contiene il 35-40% di grassi!), e l’eccesso non viene bruciato ma viene immagazzinato come grasso corporeo. I conigli sembrano essere più sensibili ai grassi delle persone e, oltre all’obesità, il grasso in eccesso può accumularsi nel fegato e nelle arterie del coniglio (aterosclerosi). I veterinari hanno riferito che i conigli nutriti con diete ricche di semi hanno un’incidenza molto più elevata di malattia del fegato grasso (steatosi epatica), che è spesso fatale. Questi semi e cereali sono anche ricchi di amidi. Mentre un po’ di questo amido viene digerito nell’intestino tenue, gran parte di esso non è assimilato e raggiunge il cieco. Lì diventa una potente forma di energia per i batteri cecali; a differenza della fibra di cellulosa, che rallenta la fermentazione, l’amido nel cieco viene fermentato rapidamente e può portare a una proliferazione batterica, ad accumulo di gas (meteorismo) e alla stasi gastrointestinale.

I produttori affermano che semi e cereali soddisfano “la necessità di masticare”. Anche se questo è vero, è molto più sicuro ed economico soddisfare questa esigenza cone ceste, legno non trattato e scatole di cartone.

 

Miscele di cereali e verdure. Si tratta di prodotti a base di cereali che possono essere integrati con verdure disidratate e modellati in una forma che riproduce un prodotto vegetale. Non c’è alcun vantaggio nel somministrare questi prodotti rispetto ai veri vegetali. Uno di questi prodotti elenca in etichetta tre diversi cereali prima della verdura disidratata! L’alto contenuto di carboidrati di questi snack significa che stanno privando il tuo coniglio di fibre importanti e sovraccaricandolo di zuccheri. Questi prodotti pubblicizzano anche le vitamine che vengono aggiunte (a causa della lavorazione); le verdure reali ne forniscono altrettante se non di più. Considerato il loro costo, la verdura fresca fornisce un’alternativa molto  più sana e più economica.

 

Caramelle / zuccheri. Questi possono includere tutto, dalle gocce di yogurt alle compresse di papaia zuccherate. Qui il colpevole è l’elevato livello di zucchero. Molti conigli hanno un debole per il sapore dolce, ma la dolcezza comporta un alto contenuto di zuccheri. Come discusso in precedenza, lo zucchero eccessivo viene convertito in grasso, o passa nel cieco dove i batteri lo utilizzeranno per produrre energia e quindi si moltiplicheranno rapidamente, causando eventualmente squilibri batterici e stasi. Lo stesso può succedere dopo aver somministrato troppa frutta. Evita di somministrare al coniglio zuccheri semplici  invece di offrirgli alimenti nutrienti come verdure ed erbe; risparmia i dolci per un occasionale uvetta passa o un pezzetto di banana.

 

Integratori vitaminici. Sono in gran parte inutili. Per quasi tutti i conigli, una dieta contenente una varietà di verdure fresche, pellet limitato di alta qualità e fieno illimitato forniscono tutte le vitamine necessarie per il coniglio; molte delle vitamine del tuo coniglio provengono dalla normale ingestione di ciecotrofo. Mentre situazioni di salute particolari possono richiedere integrazione di nutrienti, è meglio fornirli dopo aver consultato il veterinario.

 

Si è tentati di mostrare l’amore per il proprio coniglio comprandogli prelibatezze. In caso di dubbi, leggere l’etichetta degli ingredienti; presta particolare attenzione alla lista degli ingredienti (sono elencati in ordine di abbondanza) e alla percentuale di fibre e grassi. Parlando come nutrizionista, il mio miglior consiglio è quello di risparmiare denaro e mostrare il tuo amore con delizie salutari come verdure, fieno e legno non trattato da rosicchiare. E dagli un sacco di carezze, che naturalmente sono gratuite.